THE INNOVATIVE TECHNOLOGIES

04/06/2018 - 12:55
Renewable Energy Development Institute - REDI
ІННОВАЦІЙНІ ТЕХНОЛОГІЇ

Le forze del mondo intero sono focalizzate sulla ricerca di maggiori possibilità nell'uso di fonti di energia rinnovabili. L'energia che proviene da fonti rinnovabili non è solo un sogno per il futuro, è la tecnologia ampiamente utilizzata in tutto il mondo al giorno d'oggi.

La vita nelle grandi città con infrastrutture industriali altamente sviluppate si basa su un consumo di energia e sull'inquinamento ambientale sopra la linea. Il mondo intero sta aspettando la rivoluzione energetica che si avvicina. Una delle principali sfide del futuro è un intelligente utilizzo di energia elettrica. Ciò non significa che dovremmo vivere nell'oscurità o senza il riscaldamento. Lo sfruttamento intelligente delle risorse energetiche dovrebbe determinare l'uso dell'energia di potenza. La maggior parte dei paesi industriali può ridurre il consumo energetico attuale senza abbassare il comfort di vita dei cittadini. Un normale cambiamento dello stile di vita può avere un impatto significativo sulla diminuzione delle emissioni di anidride carbonica.

Il principale passo nello sviluppo dei metodi di risparmio energetico dovrebbe essere l'aumento dell'impiego di energia decentralizzata. Sistemi innovativi come pompe di calore aria-aria, terra-aria e collettori solari sono gli esempi delle più recenti tecnologie di produzione di energia decentralizzata. I dispositivi sopra menzionati sono utilizzati con successo nelle abitazioni per riscaldare l'acqua e emettono una quantità esigua di inquinanti nell'ambiente. Lo sfruttamento dell'energia solare consente di risparmiare quasi il 75% dell'energia tradizionale per riscaldare l'acqua utilizzata e il 50% per il riscaldamento centrale. La superficie di lavoro dei collettori solari assoluti nell'Unione europea è stata di 16 milioni di m2. Secondo la prognosi dell'Unione europea entro la fine del 2012, la superficie dei collettori installati ammonterà a 100 milioni di metri quadrati.

Il calore terrestre è un'energia naturale disponibile a portata di mano ovunque ci troviamo. Le pompe di calore utilizzate con successo in impianti geotermici assorbono l'energia da fonti rinnovabili dell'interno della Terra, e in seguito ne aumentano il potenziale in modo che possa essere utilizzata per il riscaldamento di edifici residenziali e industriali. Allo stesso tempo, l'input di energia primaria è 1,2-2,3 volte inferiore rispetto all'incenerimento del combustibile tradizionale. Le pompe di calore e gli impianti geotermici utilizzano solo risorse rinnovabili del nostro pianeta e questo è il motivo per cui non emettono anidride carbonica dannosa nell'atmosfera. L'uso del potenziale dell'energia della terra è un modo perfetto sia per ridurre le bollette per il riscaldamento sia per proteggere il nostro pianeta dall'impatto nocivo dell'incenerimento delle fonti energetiche tradizionali. In Svizzera circa il 30% delle case viene riscaldato con le pompe di calore. A sua volta in Svezia circa 50.000 di questi dispositivi sono stati installati nel 2004.

Nel 2011 gli investimenti mondiali nelle fonti energetiche rinnovabili hanno raggiunto un livello record di 260 miliardi di dollari. Ciò significa una crescita quintupla rispetto all'anno 2004, quando gli investimenti complessivi ammontavano a 53, 6 miliardi di dollari.

Gli Stati membri dell'Unione europea hanno approvato un programma comune che mira a raggiungere l'energia delle fonti rinnovabili al 20% nel 2020. I servizi di informazione della World Nuclear Association informano che la Germania investirà 1 848 trilioni di dollari in sviluppo di fonti rinnovabili di energia entro il 2030 anno. La Germania prevede anche di fare "la rivoluzione energetica", che porterà a localizzare le tecnologie delle energie rinnovabili al centro del nuovo sistema dell'energia elettrica potenziale. Entro il 2020, 2 anni prima della liquidazione delle loro centrali nucleari, la Germania ridurrà i gas serra al 40% e raddoppierà le fonti di energia rinnovabili, in modo che grazie al loro uso possano produrre il 35% dell'energia elettrica necessaria per un intero nazione. I piani contengono anche una riduzione del consumo di energia del 20%.

Secondo un esperto tedesco J. Knaak: "Prendendo in considerazione una misura e una quantità di irradiazione solare, il posto migliore per costruire una centrale solare in Germania può essere paragonato al peggiore che si trovi nel territorio dell'Ucraina". L'Ucraina è un paese con un'intensità di radiazione solare relativamente alta, che finora è stata poco utilizzata. Tenendo conto dell'esperienza di altri Stati membri con un livello di insolazione analogico, si può facilmente affermare che l'Ucraina può utilizzare con successo l'energia solare non solo in Crimea e nella parte orientale del paese, ma anche nell'intero territorio.

Post scriptum:

Nel 2011 gli investimenti mondiali nelle fonti rinnovabili hanno raggiunto un livello record di 260 miliardi di dollari.

La Germania investirà 1 540 miliardi di euro nello sviluppo delle energie rinnovabili entro il 2030.